function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Le iniziative della Orell Füssli per incentivare la lettura
"Un'offerta integrata
attirerà i giovani"
NATASCHA FIORETTI DA ZURIGO


Mentre la Svizzera, confermando un trend europeo, soffre di un calo di lettori, Orell Füssli non si lamenta, anzi. "I nostri clienti crescono - dice Simona Pfister-Flammer senza però nascondere le difficoltà -. Nel mercato editoriale lottiamo per il tempo libero dei nostri lettori la cui attenzione oggi è sempre più attratta da attori come Netflix e Spotify. Per questo puntiamo molto su un’offerta integrata con le piattaforme online". A leggere meno sono i giovani e per loro, tra i 12 e i 19 anni, Orell Füssli ha creato una community ad hoc che si chiama Young Circle.
I suoi 11mila membri si incontrano sul sito, su Instagram o in libreria per discutere di libri, novità o delle ultime serie disponibili in dvd. C’è grande attenzione anche per i lettori di domani con il club per bambini dai 4 ai 12 anni. Intanto però nel 2018 nella Svizzera tedesca si sono venduti 15 milioni di libri, dunque il 3,6% in meno dell’anno precedente. E se l’Associazione degli editori e dei librai svizzeri (Sbvv) parla di un consolidamento questo è solo dato dal fatto che il mercato ha alzato i prezzi dei libri del 2,8% per cui si registra un calo del fatturato complessivo dell’1% soltanto. Inutile però nascondersi dietro a un dito, come riporta il Tages-Anzeiger negli ultimi dieci anni soltanto nella Svizzera tedesca il fatturato ha registrato un calo del 26%.
A risentire in modo particolare di questo trend negativo sono i tascabili che nel 2014 in Svizzera rappresentavano il 20% del fatturato, oggi appena il 18%. Quali sono i motivi? Da un lato i lettori prediligono gli E-book, dall’altro gli editori preferiscono uscire con le edizioni Paperback più economiche ma comunque più costose dei tascabili normali che pure sono saliti di prezzo per far fronte al calo delle vendite.
Le variabili in gioco dunque sono tante e per ora il mercato tiene, c’è da chiedersi però se alla lunga, l’aumento dei prezzi non torni indietro come un boomerang in un mercato sempre più sotto pressione che rischia di diventare di nicchia.
16.02.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00