Negozi innovativi che coniugano testi, bar e incontri
Immagini articolo
Le nuove formule
per sfogliare libri
NATASCHA FIORETTI


Red Bistrot Libreria è il nome delle librerie contemporanee targate Feltrinelli. Un modello di "store esperienziale" che coniuga offerta editoriale, intrattenimento e ristorazione e in cui si esplora il potere aggregativo del cibo e il suo ruolo di driver verso le esperienze di lettura. Il rosso a cui fa riferimento il nome - acronimo che sta per Read, Eat, Dream - richiama il colore simbolo che contraddistingue da sempre la prima catena di librerie italiane con 120 punti vendita in tutt’Italia. Di questi, nove sono Red, quattro soltanto a Milano, l’ultimo inaugurato al civico 1 di Corso Giuseppe Garibaldi a Brera. Con queste librerie di nuova generazione è nata una formula integrata e innovativa di concept store, un luogo che è prevalentemente libreria ma in cui trovano spazio anche altre anime oltre a quella letteraria: un po’ caffetteria, un po’ spazio coworking, un po’ salotto di casa e un po’ spazio eventi.
L’imperativo è regalare esperienze: chi entra in un Red Bistrot Libreria è libero di abitare gli spazi, condividere esperienze, idee, storie e passioni, trovare il suo libro, la sua musica o il suo cibo preferito che sia nutrimento per l’anima, per il corpo o entrambi. Per entrare nel vivo del progetto abbiamo fatto qualche domanda a Vito Brunetti, responsabile marketing Fc retail, che va subito al punto: "Red porta con sè un nuovo modo di fare cultura aperto a tutti in uno spazio curato e accogliente che risponde al desiderio di incontrarsi - spiega -. In qualche modo è la risposta culturale ai coffee shop internazionali che già da diversi anni puntano ad essere luoghi di incontro dove non si entra soltanto per prendere un caffè".
Seppur uguali in alcuni dettagli. dall’arredamento (a metà tra stile industrial e naturale) ai colori (rosso) agli interni, ogni Red ha la sua identità particolare data dalla città che abita. "Ognuno di questi Bistrot Librerie contemporanei si cala nel carattere della città che la ospita - riprende Brunetti -. Per quanto riguarda Milano concertiamo la tipologia dei nostri eventi con il calendario milanese significa pensare la nostra programmazione tenendo conto di iniziative come la Design Week o la Jazz Week".
Una delle iniziative che connota in modo originale e cosmopolita questi luoghi di cultura sono le serate dedicate agli aperitivi in lingua, cosidette serate Prêt à Parler che si tengono tutti i martedì e i giovedì. "Questa non è l’unica iniziativa, abbiamo un pacchetto di eventi fissi tra i quali rientrano anche la serata Jazz del venerdì e il Brunch kids della domenica, un’occasione per i genitori di godersi il brunch mentre i bambini vengono coinvolti in attività ricreative. Tornando agli aperitivi in lingua, partecipare è semplice: le persone si iscrivono sul portale Prêt à Parler (pretaparler.it), scelgono la lingua straniera nella quale vogliono fare conversazione e si sottopongono ad un test attitudinale. Una volta in libreria ci si siede ad un tavolo con altre persone e un professore madrelingua guida la conversazione". A fare da fil rouge alle tante e diverse iniziative che vengono proposte è comunque l’identità culturale del progetto, che rispecchia i valori fondamentali di Feltrinelli: libertà di pensiero, passione civile, dialogo e confronto, coraggio e sperimentazione.
In Red Bistrot Libreria succede sempre qualcosa, l’idea è quella di riportare le persone all’interno del punto vendita, farle incontrare e connettere tra loro. In effetti il progetto è nato come risposta alla digitalizzazione e alla diffusione dell’acquisto online, ambiti in cui l’editoria nel frattempo ha imparato a muoversi ma allo stesso tempo serviva una strategia che permettesse di mantenere il contatto con le persone e vivo il piacere dell’incontro con un libro di carta e inchiostro.
(2 - continua)
02.02.2020


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00