Chi vende letture deve interpretare i gusti dei clienti
Il potere delle librerie,
uno scrigno di identità
NATASCHA FIORETTI


Vi siete mai innamorati in libreria? Capita. C’è chi nella sua libreria preferita ha organizzato il primo appuntamento con la donna che è poi diventata sua moglie. Non è da tutti una simile fortuna ma è anche vero che non è difficile emozionarsi in libreria. Ricorderete  il negozio dietro l’angolo, la libreria per bambini nel film C’è posta per te. Meg Ryan, l’attrice che interpreta la libraia, ricorda la madre "lei non si limitava solo a vendere libri, lei aiutava i bambini a diventare ciò che poi sarebbero diventati perché se leggi un libro da piccolo fa parte di te come non succederà mai con altre letture".
Parole che fanno pensare al libro illustrato La bambina che parlava ai libri nel quale Stefano Benni con grande poetica e sensibilità racconta il rapporto magico che Inge Feltrinelli aveva con i libri e quanto questi abbiano rappresentato per lei nel corso di una vita. Nel film il destino della piccola libreria indipendente è segnato dall’apertura di un grande bookstore proprio di fronte. Uscito nel 1998 C’è posta per te ritraeva perfettamente la moda di quel periodo segnato dall’espansione delle grandi catene librarie come l’americana Barnes&Nobles e l’inglese Waterstone e la chiusura di tante realtà indipendenti. Sempre nel film si sottolinea il ruolo importante del libraio nel consigliare il cliente con competenza e cortesia, l’importanza dello scambio e del dialogo possibili nello spazio raccolto dall’identità chiara, meno in un contesto generalista e dispersivo. Due decenni dopo Barnes&Nobles ha chiuso più di 150 negozi e in piena crisi è stata rilevata dall’hedge fund americano Elliott Management Corporation già proprietario di Waterstone che pure ha attraversato una grande crisi e chiuso parecchi negozi.
Oggi, da un lato, assistiamo ad un’inversione di tendenza che vede tornare alla ribalta le librerie indipendenti, dall’altro vediamo svilupparsi realtà ibride di nuova generazione come Red (Read, Eat, Dream) il progetto della Feltrinelli che in diverse città italiane ha creato questi moderni spazi che sono un po’ libreria, ristorante, caffè e luogo di incontro e di lettura. Nelle prossime puntate andremo a scoprire queste e altre realtà. Oggi facciamo il punto su cosa sono e cosa non devono diventare le librerie e qual è il loro ruolo nella società fluida che cambia. (1 - continua)
26.01.2020


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00