Sempre più ci si sposa dopo essersi conosciuti online
Immagini articolo
Ora i fiori d'arancio
si colgono in Rete
PATRIZIA GUENZI


a mia fidanzata ha un’amica molto carina. Ti combino un incontro".  Oppure, "mio marito ha un fratello più giovane, simpatico, devi assolutamente conoscerlo". Soprattutto così, sino a qualche decennio fa, ci si sconosceva, ci si fidanzava e alla fine si convolava a nozze. Poi è arrivato anche il periodo delle agenzie matrimoniali che dopo anni di vero boom oggi hanno molte meno frecce al loro arco per favorire gli incontri tra potenziali partner. Ridotta anche la vita sociale di tutti noi, anche se nessuno lo ammetterà mai. E allora l’anima gemella la si cerca in Rete. Numerose le App per far sbocciare i fiori d’arancio.
D’altro canto c’è solo l’imbarazzo della scelta. Senza dire degli infiniti social che permettono di sfogliare un catalogo infinito di partner. La fotografia di questa mutata tendenza l’ha scattata uno studio della Stanford University. "Oggi trascorriamo molto tempo online, è quindi logico immaginare che anche gli incontri avvengano molto più frequentemente attraverso uno smartphone che di persona, incontri virtuali quindi", sottolinea la sociologa Ursula Ganz-Blättler.
Eh sì, inutile negarlo. Su Internet c’è il mondo e le combinazioni per trovare  potenziali partner sono dunque infinite. Inoltre, aspetto non trascurabile, si può fare una scelta ben più mirata: "alto, muscoloso, tatuato..." o "bionda, occhi chiari, prosperosa..." o "amante dei viaggi, impegnato socialmente, laureato, benestante...". E più sono dettagliate le preferenze dichiarate in anticipo e più aumentano le chance di trovare davvero il "nostro" Lui o la "nostra" lei.
Merito degli infiniti accostamenti che siti e applicazioni di dating permettono. Incrociano gusti e interessi e riescono a trovare la perfetta combinazione di un puzzle amoroso. "Avere in comune dei gusti, delle preferenze, un certo tipo di cultura e interessi è evidentemente un atout - riprende Ursula Ganz-Blättler -. L’applicazione ha già fatto una scrematura in base alle nostre indicazioni e ci mette a disposizione soltanto i profili più adatti".
Che l’amore trovato online possa funzionare quanto e più di una storia iniziata in maniera "tradizionale" è anche la conclusione di un altro studio su migliaia di persone sposate. È infatti emerso che chi si era conosciuto online aveva il 25 per cento di probabilità in più di vivere nozze durature rispetto a chi si era conosciuto in maniera "tradizionale". E non solo si separano meno, ma sembrano anche essere più felici. Non per niente l’abile Mark Zuckerberg ha messo in piedi Facebook Dating, un’applicazione via smartphone che incrocia i vari profili sino a trovare quello giusto. Per ora la piattaforma è online negli Usa e in alcuni Paesi asiatici e sudamericani. In Italia dovrebbe arrivare il prossimo anno.
C’è però un rischio, spiegano gli esperti. Conoscersi in quella sorta di bolla che sono i social o le applicazioni di dating potrebbe in realtà "nascondere" molto del partner. La cerchia di amici, ad esempio, o i familiari con cui prima o poi bisognerà comunque fare i conti. E che non sempre si rivelano senza problemi. E allora, "incontrando" una persona online è sempre meglio cercare di colmare sin da subito le lacune informative con domande concrete e dati reali. Prima di farsi troppe illusioni.
pguenzi@caffe.ch
01.12.2019



ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se si stampa il denaro
solo per indebitarsi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00