I libri su Karl Marx tra aneddoti e analisi critiche
Il racconto di quando
si fece tagliare la barba
STEFANO VASTANO


Fra tutti i nuovi libri usciti per celebrare degnamente i 200 anni della sua nascita, la biografia di Rolf Hosfeld è la più scorrevole. In meno di 300 pagine Hosfeld riesce a ridipingere vita, opere e impegno politico di "Karl Marx, filosofo e rivoluzionario", come suona il titolo della biografia (Pantheon Verlag). Molto più densa la biografia che Gareth Stedman Jones ha dedicato alla vita di Marx: più di 800 pagine in cui il docente della londinese Queen Mary University non ci risparmia le critiche alle teorie economiche (spesso imprecise) del filosofo di Treviri. Originale e a tratti poetico il testo che Uwe Wittstock ha dedicato a Marx a partire da una scena fatale: "Karl Marx beim Barbier", e cioè "Marx dal barbiere" nel suo ultimo viaggio - nel febbraio 1882 - alla volta di Algeri (Blessing Verlag). Dove l’anziano filosofo si farà tagliare la sua famosa barba.
La storica tedesca Christina Morina infine ricostruisce la drammatica storia di un’ideologia nel 20° secolo: "L’invenzione del Marxismo, come un’idea conquistò il mondo" (Siedler Verlag). Marx spiegò di essere sicuro di una cosa sola: di non essere marxista. E dopo le catastrofi e gli orrori perpetrati in suo nome si può star sicuri che aveva ragione.
Il film di Raul Peck, "Il giovane Karl Marx", può anche non soddisfare gli spiriti più critici. Ma serve almeno a farci vedere come il testo più bello di Marx - "Il Manifesto" - sia un’opera collettiva. Per informazioni più precise sulla famiglia, nascita, stile di vita (Marx era un Bohémien, squattrinato e alquanto anarchico), l’unica è recarsi al numero di 10 della Brücken Strasse, a Treviri, la casa dove Karl venne al mondo il 5 maggio di due secoli fa.
Nella casa-museo, dal 1928 proprietà della Spd, la Fondazione Friedrich-Ebert ha inaugurato per il compleanno del filosofo una nuova mostra permanente in tre sezioni (Biografia, Opere e Storia). Tra gli Highlights, la sedia su cui Marx scrisse, a Londra, le sue opere che sconvolsero il mondo.
s.v.
06.05.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"La nostra vita?
Un percorso a ostacoli"
L'INCHIESTA

I morti sulle strade
sono calati da 97 a 15
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Ci sono quelli convinti
che il sushi sia vegetariano
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La guerra di Trump
e il sorpasso cinese
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il muro di Trump
contro gang e miseria
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
17.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2019
14.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2019
14.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2019
10.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2019
19.04.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta costitutiva del 2 maggio prossimo
15.04.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, marzo 2019
12.04.2019
Pubblicato il Rendiconto 2018 del Consiglio di Stato
12.04.2019
Pubblicato il rendiconto 2018 del Consiglio della magistratura
08.04.2019
Online la Città dei mestieri della Svizzera Italiana, con informazioni e aggiornamenti sui lavori in corso verso l'apertura
03.04.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 10:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Europeisti
in marcia
con Tusk
e Weber

Rabbia
in Venezuela
per il carburante
che non c’è