Oliviero Toscani
Immagini articolo
"Sono un mercenario
della comunicazione"
MAURO SPIGNESI


Ha raccontato che lui scatta spinto dall’istinto. Da una voce che gli parla dentro e gli suggerisce angolature, prospettive, tagli di luce. E questa voce lo ha accompagnato in oltre 50 anni di carriera, di immagini che vanno dalla cronaca alla pubblicità, alle campagne sociali sino all’arte. Ma le etichette stanno strette a Oliviero Toscani che ha 75 anni, sei figli, tredici nipoti, due compagne avute quando era giovane e una moglie, Kirsty, norvegese, che gli sta a fianco da 40 anni. "Non l’ho mai tradita", ha detto Toscani, che con lei si divide tra Milano e la grande casa-studio nella campagna toscana, dove ha un grande orto, produce vino e alleva cavalli. E tutto partendo dalla Svizzera, dove è arrivato dopo il liceo a Milano. "Non posso dimenticare - racconta al Caffè - da dove sono partito. Mi sono diplomato in fotografia alla Kunstgewerbeschule di Zurigo, dopo quattro anni di studio". Qui Toscani ha gettato le basi per il suo lavoro, e qui ha imparato i fondamentali della comunicazione, dalla tipografia, alla grafica all’uso dell’immagine. "La Svizzera mi ha insegnato - spiega Toscani - a guardare attorno a me con curiosità e poi mi ha insegnato anche ad essere concreto, a capire che non si deve dare niente per niente, che il proprio lavoro è un valore e come tale va riconosciuto e non svenduto".
Le foto di quegli anni, "le mie foto scolastiche", come le ha definite Oliviero Toscani, sono esposte al Max Museo di Chiasso, che gli ha dedicato una grande mostra a cura di Nicoletta Osanna Cavadini e Susanna Cristanti, con 72 grandi immagini di campagne della Benetton, 39 numeri della sua rivista di comunicazione Colors e una selezione di 20mila scatti. Ma non dite a Toscani che si tratta di una rassegna antologica attorno alla sua lunga e ricca carriera. "Perché - avverte - non è così. La mostra si chiama Immaginare e già in questo termine c’è tutto. Immaginare vuol dire comunicare, leggere la realtà attraverso le immagini, veicolare un messaggio. Ed è quello che ho fatto per una vita intera. Io non ho fatto foto pubblicitarie, o foto di moda. Semmai è stata la pubblicità e la moda che hanno utilizzato le mie istantanee. Io sono un mercenario, un onesto mercenario come quelli svizzeri che hanno combattuto per il Papa e lavoro per chi crede in me. Detto questo non posso negare una certa soddisfazione visto che a Chiasso ci sono appunto le mie prime foto scolastiche, inedite, e questo lo trovo divertente, oltre che importante".
Cinquant’anni di carriera sono tanti. Soprattutto per come li ha vissuti Toscani, sempre a 200 all’ora senza mai fermarsi, sempre facendo discutere ogni volta che veniva pubblicato un suo scatto. Il Caffè lo ha intercettato che stava scendendo da un aereo, poi aveva un appuntamento dietro l’altro. "Avere impegni è importante, aiuta a stare bene. Io ad esempio lavoro sempre, se mi fermo sono finito", spiega Toscani che è figlio d’arte. Suo papà Fedele è stato uno dei reporter storici del Corriere della sera, amico di Indro Montanelli (è sua la foto del celebre cronista con il cappotto mentre scrive con la macchina Lettera 22) e di tanti altri giornalisti. Il padre lo ha messo a bottega sin da piccolo, lo spediva a consegnare le fotografie in tipografia. Poi dopo il periodo di Zurigo, Oliviero Toscani ha iniziato a girare il mondo e a incontrare e ritrarre le più belle modelle della moda, oltre che personaggi che hanno segnato la storia del secolo scorso. È stato amico di Andy Warhol e Keith Haring. Ha conosciuto Fidel Castro e fotografato Pablo Picasso. In Usa ha incontrato Donald Trump e Hillary Clinton. Ma il personaggio che più lo ha colpito è stato Cassius Clay. Insomma ha vissuto, si direbbe. D’altronde a Zurigo aveva fatto un progetto per un viaggio sulla luna. Perché? "Nella vita - risponde - bisogna essere visionari. Immaginare".  mspignesi@caffe.ch
08.10.2017


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

L'esame delle urine
non entra in classe
L'INCHIESTA

Via la plastica
da negozi e market
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il radar milionario
ha sbancato il Baffo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una crisi energetica
dalla guerra del petrolio
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'Ok Corral innesca
la faida dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo
26.09.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 26 settembre 2018 alle ore 10.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Afghanistan:
attentato
a raduno
elettorale

Manifestazioni
a Parigi, in Europa,
nel mondo
per salvare il pianeta