Pannolini inquinanti, meglio lavabili o usa e getta?
Immagini articolo
Quando pipì e popò
sono temi ambientali
PATRIZIA GUENZI


L’ambiente prima di tutto. Oggi azioni, gesti, atteggiamenti e abitudini devono prima superare una sorta di test per valutare il loro impatto sull’ecosistema. E così, anche i pannolini per il bebè sono da tempo un argomento dibattuto: meglio quelli usa e getta o quelli lavabili? Tornassero le mamme degli Anni ‘40 e ‘50 non avrebbero dubbi. Solo loro sanno la fatica di lavare, magari a mano, chili e chili di pezze di tessuto puzzolente. Ma i tempi sono cambiati. Oggi, come detto, l’ambiente viene prima di tutto. Inoltre, anche l’aspetto economico non andrebbe sottovalutato. Dal costo vero e proprio del pannolino - facciamo anche solo una media di 50 centesimi al pezzo - sino a quelli per lo smaltimento. L’hanno recentemente sottolineato alcuni consiglieri comunali di Mendrisio invitando il Municipio a introdurre un incentivo per promuovere tra i cittadini "gesti quotidiani rispettosi dell’ambiente".
Ma davvero i pannolini lavabili si possono definire più ecologici? "Una risposta netta non c’è - dice Sergio Gobbin, che ha insegnato alla scuola agraria di Mezzana ed è titolare di un’azienda che si occupa anche di ambiente e perizie tecniche -. Hanno ambedue vantaggi e svantaggi. Quelli lavabili, il lavaggio, appunto, per cui oltre all’acqua e all’elettricità, bisogna tener conto del consumo di detersivo e eventualmente ancora elettricità per l’asciugatura; quelli usa e getta fanno volume e devono essere smaltiti. Per non parlare dei costi di produzione e di trasporto".
Che fare? Cosa proporre alle giovani coppie che, non tutte ma molte certamente, con l’arrivo di un figlio si pongono il problema? Dato che sino ai 36 mesi di età, consumeranno una media di cinque pannolini al giorno, attorno ai 5.500 pezzi, che equivalgono a una tonnellata circa di rifiuti non riciclabili. Scegliendo quelli lavabili, invece, saranno sufficienti 24 pezzi, che potranno essere utilizzati anche dai fratellini che seguiranno. "Ripeto, valutare correttamente l’impatto ambientale dei pannolini lavabili da confrontare con quello degli usa e getta non è facile - riprende Gobbin -. Sono tante le variabili che andrebbero considerate (tessuti diversi e lavaggi casalinghi gestiti in maniera diversa da ogni famiglia)". Allo stesso modo, anche l’impatto ambientale degli usa e getta non è facile da calcolare poiché nel corso degli anni sono cambiati i materiali e le sostanze che li costituiscono. "Se posso dare un consiglio, suggerirei di optare per il lavaggio - dice ancora Gobbin -. Ma capisco bene che le mamme hanno sempre meno tempo e la comodità di quelli usa e getta è indubbia".
Recenti studi hanno valutato un costo, abbastanza realistico, dei pannolini usa e getta, analizzandone l’intero ciclo di vita: l’energia e le materie prime consumate, l’eventuale inquinamento di aria, acqua e i rifiuti solidi generati. Altrettanto non sono ancora riusciti a fare per quelli lavabili: poche le tipologie prese in considerazione, solo di cotone e con abitudini di lavaggio molto variabili e diverse tra loro. Tutto ciò rende difficile dire quale preferire. Una soluzione potrebbe essere provare, valutare per qualche giorno gli uni e gli altri. E se alla fine la scelta cade su quelli lavabili, conviene non risparmiare sull’acquisto, anche perché potrebbero tornar utili per i figli successivi o essere ceduti a un altra famiglia. Tutto ciò ammortizza di parecchio l’impatto della produzione. Inoltre, meglio preferire quelli di tessuto organico (biologici) e tessuti a basso impatto, come la canapa ad esempio. Se con l’arrivo di un figlio pensate di cambiare la lavatrice optate per una con una buona efficienza. E poi: conservate i pannolini a secco, lavate a carico pieno, scegliete detersivi ecologici, riducete al minimo l’utilizzo dell’asciugatrice e lavate a 40 gradi.  p.g.
09.02.2020


Articoli Correlati

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se si stampa il denaro
solo per indebitarsi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00