Nuovi movimenti spirituali s'impongono anche in Svizzera
Immagini articolo
Nelle maglie delle sette
attratti da maghi e guru
PATRIZIA GUENZI


Complice la globalizzazione, in Svizzera il panorama religioso è cambiato. Da tempo. Nuovi movimenti spirituali si sono imposti e hanno tolto forze alle chiese tradizionali. E così sempre più persone si rifugiano in nuovi sistemi di valori spirituali e credenze. In Svizzera come altrove aumenta l’esercito degli aderenti a questo o quest’altro "gruppo", meglio sarebbe dire setta, con credenze, miti e ritualità diversi rispetto a quelli della religione o della mentalità dominante. E una volta dentro, difficile uscirne (vedi sotto).
Sono centinaia le sette, religiose, evangeliche, esoteriche, con visioni del mondo alternative, con teorie cospirative, che credono nell’esistenza degli alieni o che professano insegnamenti unici e via elencando. Caderci dentro non è così difficile. Opinione comune è che attirino soltanto persone fragili, isolate, in crisi per una separazione, la perdita del lavoro, un lutto, una malattia… e che non riescono più a vedere una via d’uscita. Non è (sempre) così. Anche individui affermati, socialmente e professionalmente, possono essere attratti da questi gruppi. Che a prima vista appaiono come un gruppo biblico qualsiasi. Nascondono bene tutto il resto. Quindi aderirvi non è per nulla visto come un qualcosa di disdicevole. "Ma soprattutto - sottolinea lo psicologo Ivan Battista -, avere successo sul lavoro o in altri ambiti non significa essere una persona psichicamene equilibrata". Già, la strada che porta alla realizzazione economica o di sè non è la stessa che porta alla felicità. "C’è chi ha bisogno del carisma di un leader e vuole essere guidato per avere la coscienza di far parte di qualcosa di necessario e importante. Ciò porta facilmente all’obbedienza assoluta".
Così, una volta caduti nella trappola, subiscono la pressione dei leader. Devono portare altri membri e soprattutto dare soldi. Tanti soldi, che aumentano col passare del tempo, perché tanto, assicurano i guru "riceverete molto di più di quello che date". Non si contano le persone  rimaste intrappolate per anni e anni, che hanno abbandonato famiglia e affetti e che hanno perso tutto.
Tra le sette più conosciute e che conta più adepti c’è sicuramente Scientology, attiva in Svizzera da 40 anni, da sempre oggetto di controversie. Chi la definisce una sorta di multinazionale totalitaria, chi la giudica una filosofia religiosa applicata. Molto conosciuta soprattutto per i suoi metodi piuttosto aggressivi, attraverso la distribuzione di volantini, libri, conferenze, tam tam mediatici (anche per l’adesione dell’attore Tom Cruise). Un approccio che in passato è stato molto criticato.
Molte persone cercano un senso di appartenenza ad un’idea, ad una fede. Così si sentono più forti. "In realtà - dice Battista -, ai vertici di queste sette il più delle volte ci sono dei manipolatori e plagiatori". E torna alla mente la tragedia di 25 anni fa, quando una cinquantina di membri dell’Ordine del Tempio solare è stata protagonista di un vero massacro nella Svizzera occidentale. Tra le vittime  anche diversi bambini.
18.08.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Budget
europeo,
l’Europa
spaccata

Afghanistan,
forse
una tregua

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00