function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Fogli in libertà
Il Covid, le oche, il lupo
che però c'è e non c'è
RENATO MARTINONI


Eccoci sull’orlo della nausea. Perché l’impressione è che, se da un lato la paura della pandemia ci tormenta, dall’altro siamo oramai vittime involontarie di un’indigestione di parole che dovrebbe indurci a scongiurare: basta! Abbiate pietà! Regalateci una pausa! Dateci la possibilità di un digiuno, come succedeva una volta, dopo i bagordi del Carnevale, al tempo della Quaresima. Concedeteci un silenzio purificatorio che ci aiuti a liberarci dai veleni, dai rumori assordanti, da tutte le gabbie in cui da mesi siamo impigliati come sardine nella rete. Da una congerie infinita di discorsi. Di numeri in apparenza semplici e invece il più delle volte incomprensibili (per non dire inattendibili: possibile che i matematici non facciano sentire le loro proteste di fronte a tanto scempio della loro disciplina?). Di opinioni a volte richieste e il più delle volte non necessarie. Eppure sparate a destra e a manca, con il lanciafiamme, da televisioni, radio, giornali, "sòscial" media, bufale inventate di sana pianta. Di pareri scientifici seri (ma restano pur sempre dei pareri, in parte opinabili, non essendoci certezze). Di lotte che nascono, forse, da interessi di parte e, su questo non corre alcun dubbio, dalle manie di protagonismo di un mannello di persone (scienziati, politici) frustrate nel loro sfrenato egocentrismo. Quale occasione più propizia per mettersi in mostra, per poter predicare dal pulpito, davanti a una moltitudine di persone terrorizzate (più dai media che dal virus), per giocare sul fio fio di tanti che aborrono l’idea della morte o anche solo della malattia e della sofferenza? Anche chi cerca di esserne fuori, di non abbuffarsi, è comunque costretto a stare al gioco. Un po’ come succede a certe povere oche a cui si apre il becco per cacciarci giù, con la forza, fino allo stomaco, il cibo che serve ad aumentare quel fegato che solletica il palato e la vanità degli amanti del "foie gras". Dicono che si tratta di sensibilizzarci. Sarà anche vero. Resta però il dubbio che a furia di ingozzarci di pastone ne stia nascendo un rigetto che rischia di farsi anoressia. Che porti a dire: basta con le paure. Basta con il rispetto delle regole. Basta con la marea infinita di parole che ci sono cadute sopra, come la sabbia lavica di quei vulcani che hanno seppellito le città con tutti i loro abitanti, uccidendoli. La mia maestra raccontava la storia di un bambino che dall’alto di una montagna, un bel giorno, tanto per divertirsi, si mise a gridare: "Al lupo!" Tutti accorsero. Ma era uno scherzo. La prima volta si misero a ridere. La seconda borbottarono. La terza non fecero nulla. Solo che il lupo, quella volta, venne davvero e si pappò le pecore del pastorello burlone.
21.11.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00