function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Quest'anno boom di richieste di profilassi contro la grippe
Immagini articolo
Ed è corsa al vaccino,
Berna acquista altre dosi
PATRIZIA GUENZI


Mai come quest’anno s’è ribadita l’importanza della profilassi per l’influenza stagionale, la classica grippe per intenderci. E mai come quest’anno in Svizzera c’è stata la corsa al vaccino. Tant’è che Berna, che inizialmente aveva messo sul tavolo circa 1,25 milioni di dosi ha dovuto alla svelta correre ai ripari ordinandone altre 500mila. "Quest’anno la domanda per il vaccino antinfluenzale è più elevata rispetto agli anni precedenti - conferma al Caffè Yann Hulmann, portavoce dell’Ufficio federale della salute pubblica -. La Confederazione ha quindi concordato con i produttori di fornire diverse centinaia di migliaia di dosi di vaccino supplementari per il mercato svizzero a cui sono dunque attualmente garantite circa 1,75 milioni di dosi in totale".
Era prevedibile che molte persone ricorressero alla profilassi, anche per evitare, come avevano spiegato a inizio autunno gli esperti, "di trovarci confrontati con sintomi influenzali di cui non sapremo definire l’origine, se non sottoponendo tutte le persone raffreddate, con tosse o mal di gola al tampone". Pungersi, dunque, evita di appesantire ulteriormente il sistema sanitario. "Moltissime le richieste, tanti pazienti che negli anni scorsi non si sono mai sottoposti alla puntura quest’autunno invece l’hanno fatto", osserva Christian Garzoni, specialista in malattie infettive e direttore sanitario della Clinica Luganese Moncucco. Per ora in Ticino grossi problemi di approvvigionamento non sembrano essercene. "Il farmacista cantonale e l’ordine dei medici sta assicurando ulteriori dosi per chi ne ha bisogno - riprende Garzoni -. Le categorie a rischio avranno diritto e riceveranno sicuramente il vaccino". Qualche dubbio resta invece per la popolazione non a rischio, forse le scorte potrebbero non bastare. "Rispetto agli altri anni sono stati segnalati alcuni ritardi - riprende Yann Hulmann -. Ciò è dovuto al fatto che nel 2020 vengono distribuite molte più dosi in Svizzera e in tutta Europa. Tuttavia, queste dosi dovrebbero raggiungere i punti di vaccinazione entro novembre (strutture sanitarie, ambulatori medici, farmacie, ecc) e entro dicembre tutte quelle aggiuntive concordate e ordinate".
Il vaccino antinfluenzale è sicuramente una difesa in più, rende più forti contro il Covid-19, spiegano da tempo gli esperti. Inoltre, le misure di distanziamento messe in atto da mesi sicuramente faranno da deterrente anche nella corsa del virus stagionale.  
pguenzi@caffe.ch
21.11.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00