function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Dai giudici a Bellinzona i diritti tv per il calcio
Immagini articolo
Trame, ville e tangenti
per la Coppa del mondo
FEDERICO FRANCHINI


L’usufrutto di una lussuosa villa in Sardegna e una mazzetta da 1,25 milioni di euro. Vantaggi che, per il Ministero pubblico della Confederazione (Mpc), sono stati concessi in cambio dei diritti tv per varie Coppe del Mondo di calcio. Dopo il pasticcio con il processo a tre ex funzionari della Federcalcio tedesca e all’ex dirigente della Fifa, lo svizzero Urs Lini, terminato con la prescrizione, a Bellinzona si torna in aula per una delle inchieste più scottanti legate alla corruzione nel mondo del pallone. Domani, 14 settembre, al Tribunale penale federale (Tpf) compariranno due nomi altisonanti del calcio non giocato: il francese Jérôme Valcke, ex segretario generale della Fifa, e il qatariota Nasser Al-Khelaifi, presidente del Paris Saint Germain e del gruppo mediatico Bein Media Group. A farli compagnia anche il greco Konstantinos Nteris, pure attivo nel settore media.
Nel decreto d’accusa (che il Caffè ha potuto consultare), il procuratore Joël Pahud spiega nel dettaglio gli accordi segreti tra l’ex dirigente Fifa e il magnate arabo. Come quello, già rilevato dalla stampa, relativo alla Villa Bianca di Porto Cervo. Una dimora dal valore di 5 milioni di dollari, acquistata da Al-Khelaifi che ne accorderà l’utilizzo esclusivo a Valcke. In cambio: i diritti media per il Medio Oriente e l’Africa del Nord per i mondiali 2026 e 2030 attribuiti a Bein Media.
Una vicenda mai resa nota prima è invece quella delle mazzette ottenute - sempre secondo l’accusa - da Valcke in cambio dei diritti mediatici della Fifa (Coppe del mondo 2018, 2022, 2026 e 2030) per l’Italia e la Grecia. Diritti che, per l’Italia, erano stati ottenuti dalla Mp & Silva Ltd, società di Londra creata da due italiani e oggi fallita. Un’attribuzione per la quale sembra avere avuto un ruolo importante il greco Nteris. È la sua società personale, la Sirona Investments Co, che avrebbe versato due volte mezzo milione di euro sul conto aperto al Credit Suisse di Zugo dalla Sportunited Gmbh, società di Rotkreuz il cui unico beneficiario economico era proprio Jérôme Valcke. Stessa modalità per i diritti per la Grecia: 250 mila euro versati da Sirona sono finiti, per i magistrati, sul conto svizzero Sportunited, in cambio dell’attribuzione alla greca Taf Sports Marketing.
Jérôme Valcke è accusato di amministrazione infedele, falsità in documenti e corruzione passiva; Nasser Al-Khelaifi di istigazione all’amministrazione infedele; Konstantinos Nteris di istigazione all’amministrazione infedele e corruzione attiva. La Fifa, che si presenta come accusatore privato al processo, chiede che il suo ex dirigente sia condannato a versarle una somma compresa tra l’1,4 e i 2,3 milioni di euro (il valore dell’usufrutto della villa in Sardegna tra il 2014 e il 2015) e, assieme a Nteris, 1,25 milioni di euro (il valore dei soldi ricevuti sul conto della Sportunited). Le proposte di pena saranno presentate durante il dibattimento.
12.09.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
19.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Gran Bertagna vive
sopra una "bomba fiscale"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le trappole sessuali cinesi
per "arruolare" spie a Parigi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il culto della mascherina
accende il negazionismo
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ciclone
Ianos
spazza
la Grecia

Covid:
Londra aspetta
una seconda
ondata

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00