function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};





Una Smart noleggiata a Chiasso per i trasporti di droga
Immagini articolo
La 'ndrangheta circolava
con una vettura ticinese
ANDREA STERN


La direzione distrettuale antimafia di Milano l’ha inserita nel "patrimonio sociale" della cosca dei Cristello. Quella Smart Fortwo targata Ticino era stata più volte "utilizzata nelle importazioni di stupefacenti dalla Spagna", hanno scritto gli inquirenti nell’ordinanza di custodia cautelare che ha sancito l’arresto, lo scorso 11 giugno, di ventidue presunti affiliati alla ‘ndrangheta attivi principalmente in Brianza.
Una cosca che sembra nutrire una particolare predilezione per le Smart. Nell’ordinanza ne compaiono parecchie, di cui due con targhe svizzere. Entrambe erano state prese a noleggio da una compagnia di Chiasso, il cui titolare, contattato dal Caffè, giura di essere ignaro dell’utilizzo che ne è stato fatto. Evidentemente egli chiede delle garanzie al momento di consegnare un’automobile, a maggior ragione se a un residente all’estero. Ma non ha modo di verificare l’eventuale curriculum criminale dei suoi clienti.
Fatto sta che delle due Smart ticinesi finite in mano alla cosca dei Cristello, una pare essere stata utilizzata unicamente per spostamenti privati. L’altra invece ha più volte viaggiato tra la Spagna e Carate Brianza in occasione dei trasporti di droga.
L’indagine ricostruice in particolare un viaggio avvenuto nel dicembre 2018 durante il quale la Smart ticinese ha fatto da apripista. In pratica è stata utilizzata da due presunti affiliati alla ‘ndrangheta per verificare l’eventuale presenza di posti di blocco. Dietro, a poca distanza, circolava un loro complice a bordo di un’altra Smart, con targhe italiane, dentro alla quale erano stati occultati 20,3 chilogrammi di marijuana. Si trovavano in un doppiofondo, ben nascosti.
Ma i presunti affiliati alla ‘ndrangheta non potevano sapere che i carabinieri avevano posizionato una microspia all’interno della Smart con targhe italiane. Così è oggi possibile leggere nel dettaglio le conversazioni avvenute durante quello che è stato l’ultimo dei sei viaggi documentati dagli inquirenti. L’ultimo, poiché all’arrivo delle due Smart a Carate Brianza tutti e tre i protagonisti del traffico di droga sono stati arrestati e condotti in carcere. Mentre le due Smart ticinesi sono state riportate dal loro legittimo proprietario, a Chiasso.
a.s.
27.06.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Libia è una polveriera
ormai pronta a esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le gang dettano legge
in sessanta città Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

25 anni
dal massacro
di Srebrenica

Belgrado:
assalto
al Parlamento

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00