Migliaia di feriti per il trremoto a 550 km da Ankara
Almeno 29 i morti
per il sisma in Turchia
R.C.


Sono almeno 29 le vittime e migliaia i feriti (bilancio di ieri, sabato, in serata) del forte terremoto, di magnitudo 6.8 della scala Richter, che ha colpito venerdì notte la provincia orientale turca di Elazig, a 550 chilometri a est di Ankara. "I soccorritori stanno ancora cercando di estrarre le persone bloccate sotto le macerie degli edifici crollati", ha detto il ministro degli interni, Suleyman Soylu.
Molte persone, a causa del sisma, hanno trascorso la notte in strada, per le lesioni agli edifici o nel timore di nuove scosse. "Con tutte le nostre istituzioni, tra cui l’agenzia per i disastri e la mezzaluna rossa, siamo vicini al nostro popolo", ha scritto il presidente, Recep Tayyip Erdogan, in un messaggio su twitter. Palazzetti dello sport, scuole e biblioteche sono stati subito adibiti a centri di accoglienza per gli sfollati. La televisione ha trasmesso immagini di persone in preda al panico che si precipitano fuori dagli edifici e di un palazzo con il tetto in fiamme. I soccorritori hanno lavorato per tutta la notte a una temperatura che ha toccato i -8 gradi centigradi. Durante la giornata sono state registrate almeno trenta scosse di assestamento e oltre 400 squadre di soccorritori sono state inviate sul posto. Il terremoto è stato avvertito in diverse regioni della Turchia orientale, in Sirian, Iran e Libano.
La Turchia, situata su diverse linee di faglia, è stata spesso colpita da sismi. Nel 1999, un terremoto di magnitudo 7,4 nel nord-ovest del Paese uccise oltre 17mila persone, tra cui un migliaio a Istanbul. L’ultima potente scossa (7,1 sulla scala Richter) si è verificata nel 2011 nella provincia orientale di Van, uccidendo oltre 600 persone.
26.01.2020



ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se si stampa il denaro
solo per indebitarsi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00