Altri articoli
di 0
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Bipartitismo in stallo
da Madrid a Londra
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
Tutti su rotaia
a emissioni zero
Franco Zantonelli


Immaginiamo che la Confederazione decida di chiudere Teleticino perché sottrae spettatori alla Rsi, in particolare essendosi accaparrata i derby di hockey su ghiaccio. Non succederà. Se mai sarà il mercato a decidere. Invece è successo che alla Giosy Tours, una delle aziende di pullman che assicurano i collegamenti tra il Ticino e Malpensa, non sia stata rinnovata la concessione da Berna per il 2020, in quanto fa concorrenza alla linea ferroviaria che porta all’aeroporto lombardo e che è stata finanziata dalla Confederazione.
Il primo risultato di questa decisione è stato il licenziamento di 11 dei 18 dipendenti della Giosy Tours. Il secondo accomunerà i ticinesi intenzionati a partire in aereo da Malpensa a quelli che scelgono Kloten. Tutti gretescamente su rotaia a emissioni zero.

Sicuramente Mario Balotelli non legge la stampa ticinese. Di conseguenza non è informato sulle località in cui vengono piazzati i radar. Fatto sta che la Sezione della circolazione gli ha tolto la patente per la durata di 3 mesi.
Non è la prima volta che l’ex-giocatore di Inter, Milan, Liverpool, Manchester City, Nizza e Olympique Marsiglia, attualmente in forza al Brescia viene sanzionato per guida indisciplinata. Nel 2014 patente sospesa, nel Regno Unito, per eccesso di velocità. La licenza di condurre gli viene ritirata, nel 2015, anche a Brescia, mentre nel 2017 viene sorpreso in autostrada, nei pressi di Padova, a oltre 200 all’ora. Talmente incorreggibile, sulla strada, da incitare anche gli altri a violare le regole. Il caso del giovane pagato a Napoli perché si buttasse in mare con lo scooter.

La liberazione anzitempo dell’ex-presidente brasiliano, Lula da Silva, ha reso euforica la sinistra di mezzo mondo, convinta che si sia finalmente messo fine a un’ingiustizia. Lula, condannato nell’ambito di un gigantesco caso di corruzione, rivelato dall’inchiesta Lava Jato, ha lasciato sì il carcere ma non in quanto imprigionato ingiustamente, bensì in seguito a una sentenza della Corte Suprema del suo Paese, secondo cui non si può tenere in galera chi non è stato condannato fino all’ultimo grado di giudizio.
Lula, riconosciuto colpevole di corruzione e riciclaggio, stava scontando 12 anni. Alla domanda se l’ex-Presidente del Brasile sia effettivamente responsabile delle accuse rivoltegli, gli innocentisti lo ritengono vittima di una giustizia politicizzata. È giusto, tuttavia, ricordare che c’è ancora chi pensa lo stesso di Bettino Craxi. E forse non è un caso che Sergio Moro, il giudice federale protagonista di Lava Jato, si sia ispirato, nella sua inchiesta, a Mani Pulite e ad Antonio Di Pietro.
17-11-2019 01:00

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Praga:
la tecnologia
delle dittature
in mostra

Iran in piazza
contro il caro
carburante.
Un morto a Sirjan

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00