Altri articoli
di 0
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Quando lo Stato
diventa mamma
L'INCHIESTA

Calano i morosi
delle Casse malati
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

L'anziano digitale
stimola la produttività
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il protezionismo,
retorica della paura
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.05.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 28 maggio 2018.
15.05.2018
Pubblicato un nuovo rapporto sullo sviluppo territoriale: "Nuove geografie della logistica nel Cantone Ticino" [www.ti.ch/ostti]
27.04.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Bellinzonese e Locarnese-Vallemaggia
27.04.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali della Riviera e Valli
25.04.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 7 maggio prossimo
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura
05.04.2018
Tiro obbligatorio 2018
22.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
L'anziano digitale
stimola la produttività
Franco Zantonelli


Avete presente l’anziano che, per passare il tempo, si aggira in prossimità dei cantieri, dando consigli agli operai e ricevendone, spesso, rispostacce? Ebbene, un’azienda italiana ha creato questa figura in formato 3d. Si chiama #umarell, che in dialetto emiliano significa omarino ed è un pensionato digitale, alto 14 centimetri, da tenere sulla scrivania o su un ripiano, in prossimità del computer. Che di questi tempi è il cantiere più diffuso sulla terra. Qual’è la funzione del pensionato digitale? Quella di stimolare la produttività di chi si trova dietro una tastiera. Dicono, infatti, i suoi inventori che "la cosa più difficile da fare è lavorare duro quando nessuno ti guarda". C’era una volta l’articolo 18 oggi c’è l’#umarell.  
***
"Sfruttava sistematicamente quei giovani approfittando di un sistema di sudditanza da lui stesso creato". Sono le motivazioni della sentenza con cui, nel 2013, l’ex-allenatore di nuoto Flavio Bomio, veniva condannato a 11 anni di carcere per aver abusato sessualmente di 15 atleti. Oggi, casualmente, a seguito di un’altra grana giudiziaria in cui si è infilato, scopriamo che Bomio gode già della semi libertà. Evviva, viviamo in un sistema che premia la buona condotta dei detenuti e crede nel loro pieno recupero. Poi, se ogni tanto questo sistema ultrabeccariano (dal giurista Cesare Beccaria) crea degli effetti collaterali, ovvero nuove vittime degli pseudo-redenti rimessi in circolo, pazienza! Una commissione di esperti si riunirà e valuterà cosa è andato storto.
***
5,3 milioni di franchi. È quello che ha speso, con il suo imponente seguito, Donald Trump, per trascorrere 24 ore al Wef di Davos di quest’anno. In segno di trasparenza la Casa Bianca ha diffuso, via internet, il costo del viaggio presidenziale. Che, di conseguenza, è diventato di dominio pubblico.
Rimane, per contro, avvolto dal mistero il viaggio compiuto, ad Abu Dhabi, dal Consigliere di Stato ginevrino Pierre Maudet, già candidato alla carica di Consigliere federale e primo degli eletti alle recenti cantonali. Maudet, che ha viaggiato in business class con la moglie, i 3 figli e un collaboratore personale, afferma di essersi recato nell’emirato per ragioni personali. Ma allora perché, durante il soggiorno di quattro giorni, ha incontrato politici locali? E, soprattutto, perchè un uomo d’affari libanese ha sborsato i 30 mila e rotti franchi per il viaggio e il soggiorno in un hotel di lusso dell’enfant prodige della politica romanda? Maudet, nell’occasione, si è dimostrato meno trasparente di Trump e infastidito alle domande dei giornalisti.
20-05-2018 01:00

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra:
il grande giorno
è finalmente
arrivato

L'arduo tentativo
della formazione
del governo
iracheno