Altri articoli
di 0
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

La rivolta dei medici
contro il loro vertice
L'INCHIESTA

"Col telelavoro avremo
impiegati più motivati"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

L'Emmental migliora
con il rock e Mozart
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il sogno globalista
sulla "via della seta"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Le famiglie in fuga
dalle paure di Kabul
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La labile ideologia
dei nuovi terroristi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo e ambiente
allungano la vita
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
21.03.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2019
13.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2019
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, quarto trimestre e anno 2018
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2019
07.03.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 7 marzo 2019 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
27.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta dell'11 marzo 2019.
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
L'Emmental migliora
con il rock e Mozart
Franco Zantonelli


Dal cacio sui maccheroni, all’Emmental mozartiano. Grazie a una ricerca dell’Alta scuola delle arti di Berna, il formaggio può trasformarsi in un prodotto sempre meno ruspante e sempre più raffinato. La ricerca in questione ha preso in esame diverse forme di Emmental di un medesimo produttore e ha scoperto che, se durante l’invecchiamento vengono accompagnate da una particolare colonna sonora, il sapore lo avverte. Ad esempio, i brani dei Led Zeppelin rendono il formaggio particolarmente fruttato, mentre con il "Flauto magico" di Mozart il suo aroma risulta più equilibrato.
In realtà non è l’Emmental che è diventato melomane, bensì è la musica a stuzzicare i batteri che si trovano al suo interno. Chissà, invece, qual è il genere che piace di più ai batteri del cacio sui maccheroni. A lume di naso optiamo per uno stornello dei Castelli Romani.

Rumore? Quale rumore? I campanacci delle mucche turbano la quiete, così come i rintocchi delle campane della chiesa? Il problema non esiste ha deciso l’assemblea comunale di Bauma, località di 5 mila abitanti, situata a una trentina di minuti da Zurigo. Non esiste in quanto non solo non siamo di fronte a rumori potenzialmente molesti ma, addirittura, non sono affatto dei rumori. Quindi non c’è alcun motivo per regolamentarne la cadenza.
Di conseguenza, per rimanere in argomento, finiscono scornati coloro che si lamentavano, vuoi dei campanacci, vuoi delle campane. Un bel tratto di penna e la questione viene eliminata. Il metodo è senz’altro sbrigativo però se, per esempio, lo applicassimo a un Cantone litigioso come il Ticino, risolverebbe un sacco di questioni che, non di rado, si traducono in estenuanti perdite di tempo. "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa", scrisse Dante nella "Divina Commedia", riferendosi agli ignavi.

Diceva Hegel che "la lettura del giornale è la preghiera laica del mattino". Le ultime notizie, però, sembrerebbero indicare che la preghiera hegeliana sia sempre più difficile da recitare. Ci riferiamo all’annuncio della chiusura di altri due giornali locali, la Zentralschweiz am Sonntag e l’Ostschweiz am Sonntag.
Prosegue, insomma, la via crucis della stampa scritta che, negli ultimi mesi, ha visto la scomparsa di giornali anche in Romandia e in Ticino. Pensiamo a Le Matin, all’Hebdo e al Gdp. Per frenare l’emorragia, che in 20 anni ha visto la tiratura complessiva dei giornali ridursi di oltre un milione di copie, quattro parlamentari di diversi schieramenti invocano l’introduzione di un sussidio statale alla stampa. Che, va da sé, finirebbe per essere accollato agli stessi cittadini che hanno deciso di abdicare al loro ruolo di lettori.
24-03-2019 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
a Londra marcia
per un nuovo
referendum

Gilet gialli,
un sabato
tranquillo